Gli studenti IAAD al lavoro per realizzare la strategia di comunicazione “Switch a LED”, promosso da Iren e dalla Città di Torino.

 

 

foto

La firma dell’accordo per il progetto collaborazione tra Iren Spa, IAAD e Fondazione Torino Smart City grazie al quale verrà coinvolto il Corso di Laurea in Communication and Graphic Design per definire e realizzare la strategia di comunicazione con cui da primavera 2015 i cittadini torinesi verranno informati e coinvolti nel Passaggio – Switch – a LED.

(da sin.) Francesco Profumo, Presidente di IREN – Enzo Lavolta, Assessore Politiche per l’ambiente del Comune di Torino – Laura Milani, Direttore IAAD

 

Prenderà avvio nel mese di marzo il Progetto Torino LED che, promosso dalla Città, prevede, nell’arco di un biennio, l’installazione di oltre 50.000 nuove lampade a led (pari al 55% del totale dei lampioni cittadini).

Il Progetto sarà sviluppato in partnership con Iren Servizi e Innovazione che, nell’ambito dell’esistente convenzione con la Città di Torino, ne curerà la realizzazione, mettendo a disposizione il proprio know how e le proprie competenze tecniche in materia.
Iren Servizi e Innovazione è la Società del Gruppo Iren attiva nel campo dell’efficienza energetica e gestisce dal 1986 il servizio di Illuminazione Pubblica a Torino, che oggi consta di 100.000 punti luce, alimentati da una rete elettrica che si estende per 2.900 chilometri; è una E.S.CO., Energy Service Company, accreditata presso l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico.

Il Progetto Torino LED consentirà alla Città di ottenere importanti benefici sul fronte economico, dimezzando i consumi di energia elettrica degli impianti interessati dall’intervento. Sarà Iren Servizi e Innovazione a sostenere l’investimento di efficientamento energetico, ricevendo in cambio una quota parte del risparmio economico conseguito durante il periodo di durata del contratto, complessivamente dodici anni.

A livello energetico ed ambientale, il Progetto, una volta completato, consentirà un risparmio valutato in 20.000.000 kWh/anno (con una riduzione dei consumi di energia elettrica di oltre il 50%), consentendo un mancato consumo pari a circa 3600 Tep (Tonnellate Equivalenti Petrolio)/anno, ed evitando, nel contempo, la produzione di 3,5 tonnellate/anno di CO2 .

Torino, grazie alla scelta dell’illuminazione pubblica a Led, fa un altro importante passo verso l’obiettivo di metropoli cosiddetta eco-friendly e si affianca alle altre grandi città a livello europeo che stanno investendo sull’efficienza e sulla tutela dell’ambiente – ha sottolineato l’assessore all’Ambiente e all’Innovazione Enzo Lavolta. Procedere alla sostituzione di più di 55 mila punti luce di altrettanti lampioni, passando dall’attuale sistema a quello con lampade a Led è un intervento che avrà impatti importanti anche sulla vita dei nostri cittadini. Questa nuova tecnologia, infatti, in quanto garanzia di grande risparmio energetico libera risorse economiche destinabili ad interventi a beneficio dei cittadini e, inoltre, aumenta il livello percepito di sicurezza grazie ad una luce più diretta e focalizzata. Infine, questo intervento è un tassello fondamentale del cambio culturale a cui tutti siamo chiamati in quanto sollecita tutti ad un uso più consapevole delle risorse: energia, in primis, ma anche acqua, suolo, etc.. Siamo tutti chiamati a partecipare a questo cambiamento ed è questa la ragione per cui, per creare i contenuti della strategia di comunicazione che accompagnerà lo “Switch a LED” della Città, abbiamo scelto di avvalerci del contributo dei giovani laureandi dello IAAD in quanto nuove generazioni in prima linea nella tutela dell’ambiente. In questa importante opera di trasformazione della città saremo anche allineati ai messaggi che quest’anno trasmetterà l’Onu che ha dedicato il 2015 alla Luce e alle tecnologie basate sulla Luce, senza dimenticare che proprio gli inventori dei Led blu sono stati i vincitori nel 2014 del Nobel per la Fisica“.

Iren, che ha fra i propri valori la salvaguardia ambientale e l’uso razionale dell’energia, è da sempre impegnata a sviluppare soluzioni tecnologiche innovative nell’ottica della sostenibilità ambientale. Il Progetto, che realizzeremo su incarico della Città di Torino, si inserisce pienamente in questa linea: l’utilizzo dei led consentirà di incrementare l’efficienza dell’illuminazione urbana cittadina e, nel contempo, di ridurre i consumi energetici. – ha dichiarato il Presidente di Iren, professor Francesco Profumo – Crediamo molto in Torino Led: in prospettiva, il Progetto potrà essere esteso anche al contesto della Città metropolitana, prevedendo ulteriori sviluppi, quali, ad esempio, l’implementazione di sistemi di sicurezza e di monitoraggio ambientale, del wi-fi, del controllo dei flussi veicolari, o dell’informativa dinamica ai Cittadini. Inoltre ci sarà una ricaduta anche sul fronte occupazionale, in quanto si stima che, per i lavori necessari alla posa dei nuovi apparecchi illuminanti, saranno impiegati alcune decine di addetti per circa due anni“.

Torino mette in atto un’eccezionale progetto di ammodernamento della propria rete di illuminazione pubblica – ha detto Giuseppe Bergesio, amministratore delegato di Iren Energia. Sono state scelte quattro tipologie di corpi illuminanti che andranno collocati nelle diverse situazioni (strade con illuminazione a sospensione, lampioni stradali, giardini e proiettori per i portici del centro cittadino). Mediamente ove oggi vi è una lampada a vapori di sodio di potenza 150 watt questa verrà sostituita con un apparecchio a led da circa 72 watt. Il piano di sostituzioni sarà progressivo e partirà contemporaneamente in tutti i quartieri cittadini, partendo dal completamento dell’impianto sperimentale realizzato in zona Campidoglio. Il territorio di Torino è stato diviso in cinque lotti dove opereranno le imprese selezionate, ogni zona conta circa 11000 apparecchi. Le luci avranno un colore lievemente più bianco delle attuali ma grazie al miglior orientamento del fascio luminoso si avrà più luce sulle strade e meno luce dispersa“.

La presentazione del Progetto Torino Led sarà anche l’occasione per siglare l’accordo di collaborazione tra Iren Spa, IAAD – Istituto d’Arte Applicata e Design di Torino e Fondazione Torino Smart City grazie al quale verrà coinvolto il Corso di Laurea in Communication and Graphic Design per definire e realizzare la strategia di comunicazione con cui da primavera 2015 i cittadini torinesi verranno informati e coinvolti nel Passaggio – Switch – a LED.