IAAD IAAD

Studentə internazionali

Sei unə studentə NON-UE interessatə a studiare in Italia? In questa pagina troverai alcune informazioni utili per orientarti nel percorso; per ulteriori informazioni puoi contattare l’Ufficio Orientamento IAAD.

Per gli/le studentə che risiedono in un Paese non appartenente all’Unione Europea, ricordiamo che la legge italiana sull’immigrazione prevede che, per soggiorni in Italia superiori ai 3 mesi, sia necessario richiedere il permesso di soggiorno entro 8 giorni dall’ingresso in Italia. È possibile ritirare il kit per la sottoscrizione della domanda di rilascio del permesso di soggiorno presso qualsiasi Ufficio Postale in cui sia presente lo “Sportello Amico”.

Se, invece, sei unə studentə residente in EU, considera che i cittadini dell’Unione Europea possono soggiornare in Italia fino a 3 mesi senza alcuna condizione o formalità, salvo il possesso di un documento d’identità valido per l’espatrio rilasciato dal proprio Paese. Trascorsi 3 mesi dall’ingresso, è necessario iscriversi all’Anagrafe del comune di residenza. Per l’iscrizione all’Anagrafe è necessario presentare i seguenti documenti: certificato di iscrizione a IAAD., copertura sanitaria e documentazione attestante la disponibilità economica.

informazioni preliminari

Procedura per la richiesta di visto per motivi di studio (Studentə extra UE)

Al momento dell’immatricolazione, i/le candidatə presentano il titolo di studio, debitamente corredato da titolo finale degli studi secondari conseguito con almeno 12 anni di scolarità, oppure certificato sostitutivo a tutti gli effetti di legge.

CERTIFICATO DI COMPARABILITÀ DEL TITOLO DI STUDIO

IAAD. ha stipulato una convenzione con il CIMEA. Pertanto, in fase di completamento dell’immatricolazione, il titolo finale dovrà essere corredato da attestazione rilasciata dal centro ENIC-NARIC italiano (CIMEA); IAAD. ha deciso di richiedere il rilascio di un’attestazione di comparabilità del titolo estero da parte del centro ENIC-NARIC italiano (CIMEA) e che questa sia stata rilasciata al candidato. In tal caso, lə studentə non sarà tenutə alla presentazione della Dichiarazione di valore.

L’ateneo avrà inoltre la facoltà di allegare alla domanda del candidato ogni ulteriore documentazione che possa facilitare le Rappresentanze diplomatico-consolari in fase di perfezionamento della procedura di preiscrizione. La preventiva accettazione da parte di IAAD. non conferisce alcun diritto all’ottenimento del visto.

A seguito del sostenimento della prova di ammissione e della successiva conferma di accettazione da parte di IAAD., i/le candidatə richiedono alla Rappresentanza il rilascio del visto di ingresso per motivi di studio, con validità correlata alla durata del corso. Le Rappresentanze diplomatico-consolari provvedono al rilascio del visto relativo, tenendo conto delle tempistiche spesso ristrette per l’inizio di tali corsi.

È tuttavia fortemente raccomandato che lə studentə si faccia parte diligente e richieda il visto immediatamente dopo la conferma di accettazione da parte di IAAD. e in ogni caso con congruo anticipo rispetto alla data di inizio delle attività formative. A tal fine, IAAD. inoltrerà via email il certificato di idoneità/ammissione e successivamente, una volta che sarà completata ufficialmente la riserva del posto con il versamento della quota di iscrizione, IAAD. provvederà al rilascio del certificato di immatricolazione.

Per informazioni dettagliate sulle procedure visita il sito: www.studiare-in-italia.it.

Per ulteriori delucidazioni, ti invitiamo a contattare la Rappresentanza Diplomatica Italiana nel tuo Paese.

INFORMAZIONI PRELIMINARI

Procedura per la richiesta di visto per motivi di studio (Studentə extra UE)

Al momento dell’immatricolazione, i/le candidatə presentano il titolo di studio, debitamente corredato da titolo finale degli studi secondari conseguito con almeno 12 anni di scolarità, oppure certificato sostitutivo a tutti gli effetti di legge.

CERTIFICATO DI COMPARABILITÀ DEL TITOLO DI STUDIO

IAAD. ha stipulato una convenzione con il CIMEA. Pertanto, in fase di completamento dell’immatricolazione, il titolo finale dovrà essere corredato da attestazione rilasciata dal centro ENIC-NARIC italiano (CIMEA); IAAD. ha deciso di richiedere il rilascio di un’attestazione di comparabilità del titolo estero da parte del centro ENIC-NARIC italiano (CIMEA) e che questa sia stata rilasciata al candidato. In tal caso, lə studentə non sarà tenutə alla presentazione della Dichiarazione di valore.

L’ateneo avrà inoltre la facoltà di allegare alla domanda del candidato ogni ulteriore documentazione che possa facilitare le Rappresentanze diplomatico-consolari in fase di perfezionamento della procedura di preiscrizione. La preventiva accettazione da parte di IAAD. non conferisce alcun diritto all’ottenimento del visto.

A seguito del sostenimento della prova di ammissione e della successiva conferma di accettazione da parte di IAAD., i/le candidatə richiedono alla Rappresentanza il rilascio del visto di ingresso per motivi di studio, con validità correlata alla durata del corso. Le Rappresentanze diplomatico-consolari provvedono al rilascio del visto relativo, tenendo conto delle tempistiche spesso ristrette per l’inizio di tali corsi.

È tuttavia fortemente raccomandato che lə studentə si faccia parte diligente e richieda il visto immediatamente dopo la conferma di accettazione da parte di IAAD. e in ogni caso con congruo anticipo rispetto alla data di inizio delle attività formative. A tal fine, IAAD. inoltrerà via email il certificato di idoneità/ammissione e successivamente, una volta che sarà completata ufficialmente la riserva del posto con il versamento della quota di iscrizione, IAAD. provvederà al rilascio del certificato di immatricolazione.

Per informazioni dettagliate sulle procedure visita il sito: www.studiare-in-italia.it.

Per ulteriori delucidazioni, ti invitiamo a contattare la Rappresentanza Diplomatica Italiana nel tuo Paese.

REQUISITI preliminari

Cosa fare prima dell’arrivo in Italia

VISTO PER MOTIVI DI STUDIO

Il visto è rilasciato dall’ambasciata italiana o dalle sedi consolari del Paese di residenza dellə studentə; in Italia il permesso di soggiorno è rilasciato dalle questure competenti e va richiesto entro 8 giorni.

Il visto per motivi di studio/formazione ha validità pari a quella del corso che si intende seguire in Italia.

Cosa fare quando arrivi in Italia

PERMESSO DI SOGGIORNO

Per chi proviene da Unione Europea e Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Svizzera e San Marino

Tuttə i/le cittadinə dell’Unione Europea e dei Paesi di cui sopra, con un documento di identità valido per stranieri e rilasciato dal proprio Paese, possono stare in Italia per un periodo di 3 mesi. Al termine di questo periodo devono registrarsi all’Anagrafe del Comune nel quale risiedono.

Di seguito i documenti richiesti per ottenere il permesso di soggiorno:

  • certificato di iscrizione universitaria;
  • codice fiscale;
  • assicurazione sanitaria;
  • documentazione circa il reddito famigliare.

Per cittadinə non-EU

I/le cittadinə di Paesi non-EU (e diversi da Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Svizzera e San Marino) che intendono stare in Italia per un periodo superiore a 3 mesi, dovranno richiedere un permesso di soggiorno entro 8 giorni dal loro arrivo in Italia. La domanda va presentata allo “Sportello Amico” dell’Ufficio Postale, e costa circa 140€.

I documenti richiesti sono i seguenti:

– 2 copie in formato A4 del passaporto;
– codice fiscale (originale e copia);
– copia della lettera di invito dall’Università con il corso che intendi frequentare e approvato dalla Rappresentazione diplomatico-consolare;
– certificato di registrazione all’Università;
– copia del documento sul reddito famigliare;
– assicurazione sanitaria che copra il periodo di permanenza in Italia, con nome, tipologia di copertura, validità per l’Area Schengen, copertura minima pari a 30.000€; il testo della polizza assicurativa deve essere in Italiano (oppure Inglese, Francese, Spagnolo);
– 1 marca da bollo di 16€ da comprare in Tabaccheria.

All’Ufficio postale riceverai una ricevuta. Devi conservarla con cura finché non avrai ricevuto il tuo permesso di soggiorno elettronico. La ricevuta include uno User ID e una password per effettuare il login al tuo profilo su www.portaleimmigrazione.it sotto la sezione “Area Riservata Stranieri” al fine di verificare il progresso della richiesta.

L’Ufficio Postale ti darà una lettera di convocazione: devi presentarti all’Ufficio Immigrazione (in Corso Verona, 4 – Torino) per ricevere le impronte digitali.

Devi portare con te i seguenti documenti:

  • – tutti i documenti originali di cui sopra;
  • – 4 foto tessere.
REQUISITI PRELIMINARI

Cosa fare prima dell’arrivo in Italia

VISTO PER MOTIVI DI STUDIO

Il visto è rilasciato dall’ambasciata italiana o dalle sedi consolari del Paese di residenza dellə studentə; in Italia il permesso di soggiorno è rilasciato dalle questure competenti e va richiesto entro 8 giorni.

Il visto per motivi di studio/formazione ha validità pari a quella del corso che si intende seguire in Italia.

Cosa fare quando arrivi in Italia

PERMESSO DI SOGGIORNO

Per chi proviene da Unione Europea e Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Svizzera e San Marino

Tuttə i/le cittadinə dell’Unione Europea e dei Paesi di cui sopra, con un documento di identità valido per stranieri e rilasciato dal proprio Paese, possono stare in Italia per un periodo di 3 mesi. Al termine di questo periodo devono registrarsi all’Anagrafe del Comune nel quale risiedono.

Di seguito i documenti richiesti per ottenere il permesso di soggiorno:

  • certificato di iscrizione universitaria;
  • codice fiscale;
  • assicurazione sanitaria;
  • documentazione circa il reddito famigliare.

Per cittadinə non-EU

I/le cittadinə di Paesi non-EU (e diversi da Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Svizzera e San Marino) che intendono stare in Italia per un periodo superiore a 3 mesi, dovranno richiedere un permesso di soggiorno entro 8 giorni dal loro arrivo in Italia. La domanda va presentata allo “Sportello Amico” dell’Ufficio Postale, e costa circa 140€.

I documenti richiesti sono i seguenti:

– 2 copie in formato A4 del passaporto;
– codice fiscale (originale e copia);
– copia della lettera di invito dall’Università con il corso che intendi frequentare e approvato dalla Rappresentazione diplomatico-consolare;
– certificato di registrazione all’Università;
– copia del documento sul reddito famigliare;
– assicurazione sanitaria che copra il periodo di permanenza in Italia, con nome, tipologia di copertura, validità per l’Area Schengen, copertura minima pari a 30.000€; il testo della polizza assicurativa deve essere in Italiano (oppure Inglese, Francese, Spagnolo);
– 1 marca da bollo di 16€ da comprare in Tabaccheria.

All’Ufficio postale riceverai una ricevuta. Devi conservarla con cura finché non avrai ricevuto il tuo permesso di soggiorno elettronico. La ricevuta include uno User ID e una password per effettuare il login al tuo profilo su www.portaleimmigrazione.it sotto la sezione “Area Riservata Stranieri” al fine di verificare il progresso della richiesta.

L’Ufficio Postale ti darà una lettera di convocazione: devi presentarti all’Ufficio Immigrazione (in Corso Verona, 4 – Torino) per ricevere le impronte digitali.

Devi portare con te i seguenti documenti:

  • – tutti i documenti originali di cui sopra;
  • – 4 foto tessere.

Riconoscimento dei titoli esteri

Per il riconoscimento dei titoli esteri si può fare riferimento alla sezione certificato di comparabilità del titolo di studio riportato in precedenza.

Certificato di conoscenza della lingua Italiana

Se sei unə studentə non-UE residente all’estero e vuoi iscriverti a un corso di studio in italiano, devi dimostrare di avere un livello di conoscenza della lingua italiana adeguato per l’avvio degli studi universitari. Oltre a dimostrare la conoscenza della lingua italiana, devi sostenere e superare le verifiche dei requisiti di accesso e le prove di ammissione previste per il corso di studio di tuo interesse.

Per i candidati e le candidate non comunitari richiedenti visto è prevista una verifica della conoscenza della lingua italiana per poter accedere a corsi di studio erogati in italiano.

La prova non è richiesta per:

RICONOSCIMENTO DEI TITOLI ESTERI

Cosa fare prima dell’arrivo in Italia

VISTO PER MOTIVI DI STUDIO

Il visto è rilasciato dall’ambasciata italiana o dalle sedi consolari del Paese di residenza dellə studentə; in Italia il permesso di soggiorno è rilasciato dalle questure competenti e va richiesto entro 8 giorni.

Il visto per motivi di studio/formazione ha validità pari a quella del corso che si intende seguire in Italia.

Cosa fare quando arrivi in Italia

PERMESSO DI SOGGIORNO

Per chi proviene da Unione Europea e Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Svizzera e San Marino

Tuttə i/le cittadinə dell’Unione Europea e dei Paesi di cui sopra, con un documento di identità valido per stranieri e rilasciato dal proprio Paese, possono stare in Italia per un periodo di 3 mesi. Al termine di questo periodo devono registrarsi all’Anagrafe del Comune nel quale risiedono.

Di seguito i documenti richiesti per ottenere il permesso di soggiorno:

  • certificato di iscrizione universitaria;
  • codice fiscale;
  • assicurazione sanitaria;
  • documentazione circa il reddito famigliare.

Per cittadinə non-EU

I/le cittadinə di Paesi non-EU (e diversi da Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Svizzera e San Marino) che intendono stare in Italia per un periodo superiore a 3 mesi, dovranno richiedere un permesso di soggiorno entro 8 giorni dal loro arrivo in Italia. La domanda va presentata allo “Sportello Amico” dell’Ufficio Postale, e costa circa 140€.

I documenti richiesti sono i seguenti:

– 2 copie in formato A4 del passaporto;
– codice fiscale (originale e copia);
– copia della lettera di invito dall’Università con il corso che intendi frequentare e approvato dalla Rappresentazione diplomatico-consolare;
– certificato di registrazione all’Università;
– copia del documento sul reddito famigliare;
– assicurazione sanitaria che copra il periodo di permanenza in Italia, con nome, tipologia di copertura, validità per l’Area Schengen, copertura minima pari a 30.000€; il testo della polizza assicurativa deve essere in Italiano (oppure Inglese, Francese, Spagnolo);
– 1 marca da bollo di 16€ da comprare in Tabaccheria.

All’Ufficio postale riceverai una ricevuta. Devi conservarla con cura finché non avrai ricevuto il tuo permesso di soggiorno elettronico. La ricevuta include uno User ID e una password per effettuare il login al tuo profilo su www.portaleimmigrazione.it sotto la sezione “Area Riservata Stranieri” al fine di verificare il progresso della richiesta.

L’Ufficio Postale ti darà una lettera di convocazione: devi presentarti all’Ufficio Immigrazione (in Corso Verona, 4 – Torino) per ricevere le impronte digitali.

Devi portare con te i seguenti documenti:

  • – tutti i documenti originali di cui sopra;
  • – 4 foto tessere.

/ SE HAI DUBBI CONTATTACI

<div class="meetings-iframe-container" data-src="https://meetings.hubspot.com/relazioniesterne/colloquio-di-approfondimento?embed=true"></div> <div class="meetings-iframe-container" data-src="https://meetings.hubspot.com/relazioniesterne/colloquio-di-approfondimento-bologna?embed=true"></div> <script type="text/javascript" src="https://static.hsappstatic.net/MeetingsEmbed/ex/MeetingsEmbedCode.js"></script>

Non ti resta che fare la prossima mossa.
Iscriviti e unisciti ai creatori e agli innovatori di domani.

Unisciti anche tu ai creatori e
agli innovatori di domani.
Scopri come diventare uno
studente IAAD.