Il Diploma Accademico di I livello in Design ad indirizzo Product Design sarà il tuo trampolino verso una carriera da Product Designer carica di successi

Il dipartimento di “Industrial design” IAAD apre nel 2005 come naturale evoluzione delle trentennali competenze sul product e sulla comunicazione visiva.

L’industrial design si occupa del complesso rapporto uomo-materia, declinandolo secondo forme e funzioni innovative, utili e funzionali: dall’high-tech al fashion, dall’accessorio all’elettrodomestico, dall’oggetto di lusso a quello di uso quotidiano.

Il product designer è perciò un professionista in grado di realizzare progetti innovativi tenendo conto  delle esigenze dell’utilizzatore finale e delle prerogative dei sistemi produttivi.

Assimilazione graduale di tutte le skill necessarie per operare nel campo del disegno industriale

Il metodo didattico IAAD si ispira a quello dell’Art College di Pasadena, forse la scuola di design più famosa del mondo e prevede la graduale assimilazione di quattro diversi skill: il disegno, l’utilizzo dei software, la modellazione e la presentazione finale del prodotto.

Si comincia col prendere in mano la matita e imparare a gestire il tratto e la prospettiva, a posizionare l’oggetto nella pagina, disponendo luci e ombre per riprodurre la tridimensionalità. Naturalmente bisogna anche imparare a gestire il tutto con software specifici, nel nostro caso soprattutto PhotoshopIllustrator e Rhino. Si passa poi alla descrizione verbale del prodotto e alla modellazione.

Il programma parte dalla progettazione di oggetti molto semplici, per dedicarsi via via a progetti più complessi e articolati: utensili, abiti, elettrodomestici, imbarcazioni… All’ultimo anno, poi, si lavora in stretta collaborazione con le aziende che sponsorizzano i progetti e che svolgono il duplice ruolo di committenti e di tutor esterni all’istituto.

Design industriale, un settore che offre innumerevoli opportunità

Il settore del design industriale è talmente vasto da offrire opportunità differenti a chi dimostra di essere un valido professionista. C’è chi è più abile con il computer, chi con il disegno, chi con la presentazione e la comunicazione, chi con la gestione del gruppo di lavoro. Individuare il proprio specifico talento e capire su cosa si deve puntare e su cosa no, è una tappa fondamentale del proprio processo di apprendimento.

Tutto questo è facilitato dal supporto attivo delle realtà partner del dipartimento di “Industrial design” IAAD – lezioni speciali, visite aziendali, workshop, seminari, stage, progetti e tesi – che offrono agli studenti occasioni per cimentarsi al fianco di importanti designer provenienti da aziende nazionali e internazionali.

 

Presidente di Dipartimento: Stefano Giovannoni

Direttore Strategico: Davide Adriano

Coordinatore Diploma Accademico di I livello: Davide Negri

DIPARTIMENTO DI INDUSTRIAL DESIGN

Diploma Accademico di I livello in Design (DIPL02)
indirizzo Product design

Sede: Torino/Bologna

Lingua: italiano

 

Piano di studi triennale

settore scientifico accademico

ambito disciplinare

attività formative di base

Scienze della comunicazione

Semiotica del design

Metodi e strumenti per la rappresentazione

Disegno e rappresentazione geometrica

Storia e cultura del design

  • Storia e cultura del design

  • Storia critica del design contemporaneo

Scienze matematiche e fisiche

Fisica per il design

Scienza e tecnologia dei materiali

Scienza e tecnologia dei materiali

CFA

32 CREDITI

attività formative caratterizzanti

Basic Design

Basic design

Design del prodotto

  • Progettazione

  • Design del prodotto

Design degli ambienti

Design degli ambienti

Design dei sistemi

Design del sistema prodotto

Ingegnerizzazione del prodotto

Progettazione integrata di prodotto

Tecnologie di produzione

  • Tecnologie di produzione

  • Valutazione del ciclo di vita di un prodotto

Design del prodotto/Design dei sistemi

Discipline caratterizzanti di indirizzo attivate annualmente su proposta del Consiglio Accademico

CFA

76 CREDITI

altre attività formative

Analisi e rappresentazione della forma e del progetto

Tecniche e linguaggi della rappresentazione

Tecniche informatiche multimediali

  • Elementi di informatica per il design

  • Elaborazione digitale dell’immagine

Tecniche di rappresentazione e comunicazione del progetto

  • Rendering

  • Disegno tecnico operativo

Scienza e linguaggi della percezione

Teoria della percezione

Ergonomia

Ergonomia

Gestione dell’attività professionale

Gestione dell’attività professionale

Sociologia e antropologia del Design

Sociologia del design

Progettazione grafica dell’immagine

Progettazione grafica dell’immagine

CFA

45 CREDITI

Lingua inglese

CFA

4 CREDITI

Autonome

CFA

9 CREDITI

Tirocinio

CFA

9 CREDITI

Tesi

CFA

5 CREDITI

totale 180 CREDITI

Product design, orari per l’anno accademico in corso

L’apertura dell’Anno Accademico è prevista nella prima settimana di ottobre, con la consueta cerimonia di inaugurazione.

Le lezioni ordinarie hanno inizio la settimana successiva, secondo gli orari e giorni comunicati per le singole materie, e si svolgono dal lunedì al venerdì; occasionalmente possono essere inserite attività il sabato. Eventuali lezioni straordinarie e incontri seminariali sono comunicati con il dovuto preavviso rispetto alla data dell’attività stessa.

Le lezioni e il relativo orario seguono in via ordinaria il calendario pubblicato nella Bacheca Studenti prima dell’inizio dei singoli semestri.

E’ buona norma consultare quotidianamente l’orario affisso in bacheca per verificare eventuali variazioni e le aule in cui si svolgeranno le lezioni.

PRODUCT DESIGN – CALENDARIO

Inaugurazione Anno Accademico
– 2° e 3° anni: ottobre
– 1° anni: ottobre

I Semestre
– 2° e 3° anni: da ottobre a gennaio
– 1° anni: da ottobre a gennaio

Design Workshop – solo 2° e 3° anni
– febbraio

II Semestre
– da febbraio a maggio

Sessione esami e tesi:
– I sessione ordinaria: febbraio
– II sessione ordinaria: giugno (1° e 2° anni)
– II sessione ordinaria: giugno (3° anni)
– I sessione straordinaria: giugno
– II sessione straordinaria: settembre
– sessione ordinaria di tesi: da giugno a luglio

Settimane di sospensione lezioni ordinarie:
–  febbraio (1° anni)
– da gennaio a febbraio (2° e 3° anni)
– giugno

Durante queste settimane lo studente è tenuto a garantire la disponibilità a partecipare a eventuali lezioni aggiuntive o di recupero.
Il calendario potrebbe subire variazioni che verranno debitamente comunicate.

Product design, informazioni sulla sessione esami per l’anno accademico in corso

L’ammissione alla sessione ordinaria d’esame (2 per anno accademico) è subordinata alla regolarità della posizione amministrativa, alla frequenza minima obbligatoria alle lezioni e – se previste – al superamento delle verifiche intermedie indicate per singola materia.

In caso di mancato superamento di uno o più esami nella sessione ordinaria, lo studente potrà accedere agli appelli della sessione straordinaria d’esame (2 per anno accademico).

Il dettaglio delle norme che regolano l’accesso alle sessioni d’esame è contenuto nel Regolamento di Istituto, consegnato annualmente agli studenti e disponibile presso l’Ufficio Didattico.

Sessione esami e tesi:
1° sessione ordinaria:
2° sessione ordinaria: – 2° sessione ordinaria
1° sessione straordinaria:
2° sessione straordinaria:
sessione ordinaria di tesi:

Product design, tesi di laurea

Per conseguire il titolo di studio, al termine del terzo anno di corso, lo studente IAAD deve presentare due tesi: una Tesi di Classe di Laurea e una Tesi Individuale, oltre al Portfolio personale.

La Tesi di Classe di Laurea, differente per ogni specializzazione e da realizzare in gruppi di lavoro, consiste nella realizzazione di un progetto indicato dall’Istituto, coerente con i vari temi trattati all’interno del percorso di studi.

La Tesi di Classe di Laurea è svolta con la supervisione del Coordinatore di Dipartimento e dei Docenti del 3° anno, con il supporto di interventi esterni – aziende partner e relativi referenti.

La Tesi Individuale consiste nello sviluppo di un progetto individuale che lo studente deve svolgere in totale autonomia, individuando un tema, un’azienda partner con relativo referente (Relatore Esterno) e un supervisore all’interno del corpo docente IAAD (Relatore Interno).

La sessione ordinaria di tesi è prevista annualmente in luglio.