Transportation design – 2008
Lead Exterior Designer in Ferrari

Sono nato a Milano nel 1986, sono cresciuto a Roma conseguendo in quella città la maturità al Liceo Artistico nel 2005. Nell’autunno dello stesso anno mi sono trasferito a Torino, iscrivendomi allo IAAD, dove ho potuto apprendere le tecniche sul design automobilistico.
Nel periodo accademico ho avuto modo di confrontarmi quotidianamente con valenti professionisti del mondo del design e dell’industria automobilistica, affinando la capacità di analisi e di problem solving legata allo sviluppo progettuale: la VW 2+1 Noce Scrambler, poi realizzata in scala, è stato un esempio di sintesi di questo mio apprendimento. Anche se il “Concept” a cui resto affezionato in modo particolare è stata la Alfa Romeo Summa, soluzione con la quale ho voluto coniugare il tradizionale carattere sportivo della casa milanese con le esigenze eco-compatibili del nostro tempo in una vettura ibrida. Progetto portato come Tesi conclusiva, e realizzato con mia grande soddisfazione, in scala 1:4 con la collaborazione della stessa Alfa Romeo.

Lo IAAD mi ha anche consentito di effettuare a cavallo tra il 2007 ed il 2008 un utile stage in Pininfarina.
Nell’autunno del 2008 il Centro Stile Bertone a Torino mi ha offerto la possibilità di iniziare il percorso lavorativo, durato due anni, che sotto la guida di Mike Robinson, mi ha permesso di partecipare alla realizzazione del prototipo Alfa Romeo Pandion, basato su un mio concept. Poi nel 2010 si avvera un sogno impensabile per un giovane talento come me: far parte a Maranello del neonato team del Centro Stile Ferrari, diretto dall’architetto Flavio Manzoni, grande esperto di design automobilistico. E contribuire così al primo “segno” concreto del nuovo corso: il top di gamma Ferrari frutto di questo impegno, che sostituirà la Enzo, è stato infatti presentato al Salone di Ginevra.