Team Leader: Marco Zappalorto, Chief Executive di Nesta Italia e Coordinatore del Corso di Diploma Accademico in Social Innovation Design, e Davide Tomatis, psicologo, psicoterapeuta e Docente IAAD

 

In gran parte del mondo occidentale c’è una delusione diffusa nei confronti delle istituzioni pubbliche esistenti. L’adesione ai partiti politici sta diminuendo, l’affluenza alle elezioni è fortemente calata rispetto a due decenni fa e le persone hanno poco fiducia nei confronti dei rappresentati eletti. Il proliferare di movimenti populisti e di sperimentazione di democrazia diretta negli Stati Uniti e in Europa trova le sue radici nel crescente divisione tra l’élite politica e il popolo. L’attuale modello di governance – democrazia rappresentativa, amministrazione burocratica, elezioni occasionali e governo di ‘esperti’ eletti e nominati – non sembra più appropriato. Dall’altro lato, i recenti progressi nelle tecnologie digitali permettono di connettersi con un gruppo molto più ampio di cittadini per ampliare il pool di conoscenze e competenze per risolvere problemi complessi. Allo stesso tempo il progresso sta aiutando i governi e i partiti politici a coinvolgere i cittadini in nuovi modi. Quale sarà il futuro della democrazia? Il sistema di governance tradizionale ha vita breve? Come si evolverà? Sono queste le domande su cui rifletteremo con i bambini de La Scuola Possibile per immaginare nuovi scenari futuri.

 

MARCO ZAPPALORTO

Coordinatore Corso di Diploma Accademico di I° livello in Social Innovation design. Chief Executive di Nesta Italia. Si unisce a Nesta nel 2011 e, prima di fondare Nesta Italia, è stato a capo dello Sviluppo Europeo della Fondazione e ha contribuito alla nasci- ta del Challenge Prize Centre, guidando gran parte del lavoro europeo e internazionale del Centro. Prima di Nesta, ha lavorato per OmniComplete (oggi Innocentive), dirigendo l’esecuzione delle gare in vari settori, sia in ambito pubblico che privato. Ha lavorato per la Camera del Commercio e dell’Industria di Londra dove si è occupato di consigliare piccole e medie imprese su questioni e opportunità europee. Si è specializzato in Economia Politica Europea alla London School of Economics and Political Science.

 

DAVIDE TOMATIS

Psicologo, psicoterapeuta. Esercita la professione di psicoterapeuta a Torino e a Milano. Si occupa di valutazioni psicodiagnostiche attraverso l’utilizzo di test di personalità, di consulenze e di supporto psicologico nonché di percorsi di psicoterapia individuale. Come membro della Società Internazionale di Neuropsychoanalysis si interessa del rapporto tra neuroscienze e psicoanalisi, in particolare della riabilitazione e del supporto psicologico di persone che hanno subito lesioni cerebrali. Dal 2005 insegna Teoria della percezione in IAAD e dal 2008 conduce seminari per migliorare l’immagine professionale e la presentazione di progetti in pubblico.

RISULTATI

Davide Tomatis e Marco Zappalorto, supportati da uno degli studenti del corso di Social Innovation Design, hanno trascorso una settimana a La Scuola Possibile per immaginare con i bambini il futuro della democrazia. Il primo giorno gli studenti sono stati accolti  da un ‘re’ e una ‘regina’ non troppo democratici che hanno imposto nuove regole nella scuola. Gli studenti che non hanno ben accolto le nuove regole, hanno poi attivato un processo decisionale democratico volto a redigere un elenco di miglioramenti e cambiamenti da apportare per rendere la scuola un ‘posto migliore’. Durante questo processo, gli studenti hanno eletto i loro portavoce e si sono accordati su 5 richieste da presentare alla preside per approvazione. Questo processo ha insegnato agli studenti come essere gentili gli uni con gli altri ascoltando e rispettando le opinioni altrui. Ha anche insegnato loro che c’è un processo decisionale specifico da seguire quando si vogliono richiedere dei cambiamenti. Sabato ci sarà un piccolo spettacolo durante il quale gli studenti descriveranno il processo che hanno seguito e condivideranno la loro definizione unica e creativa di democrazia.