Da oltre quarant’anni la nostra università si occupa di cultura contemporanea. Il cambiamento è parte integrante del nostro dna.
Siamo preparati a trasformare problemi in opportunità ed è così che affrontiamo anche questo periodo di emergenza. A dimostrarlo, la prontezza con cui tutte le attività dell’università sono state convertire in digitale: in una sola settimana i docenti sono stati istruiti per erogare tutte le lezioni previste dal calendario accademico in modalità online. Le lezioni che avvengono in diretta, per permettere agli studenti di partecipare attivamente facendo domande, ricevendo approfondimenti, confrontandosi fra loro e con i docenti.

Tutto ciò che era previsto dal calendario accademico procede e lo staff dell’università lavora senza sosta per realizzare i corrispettivi a distanza. Anche gli info day, i test d’ingresso e i colloqui per le iscrizioni al prossimo anno accademico ([email protected]) sono attivi e procedono puntuali.

Siamo pronti ad affrontare l’intero II semestre a distanza, se necessario contemplando anche le sessioni d’esame e le discussioni delle tesi.

Da questa esperienza forzata stiamo imparando molto e diversi aspetti diventeranno parte integrante del prossimo anno accademico andando così ad arricchire l’offerta didattica IAAD in termini qualitativi.

L’essere comunità, l’essere persone e non numeri è un elemento determinante anche in questo grandissimo cambiamento.

I numeri e le testimonianze:
1.200 studenti
250 docenti
260 lezioni settimanali on line
>> Online teachers meeting
>> Remote students experience

Colloqui di orientamento – remote mode

Siamo pronti per:
300 tesi di laurea individuali
6 tesi di classe di laurea
7 progetti intra corso
2 giorni di career day – 3.000 colloqui on line

 

• RASSEGNA STAMPA>>