Transportation design – 2013
Junior designer presso Suzuki Europe Design Center

Sono nato a Roma nel 1991, da sempre affascinato dai mezzi di trasporto, in particolare dalle automobili. Ho iniziato a disegnarle all’età di 2-3 anni e crescendo ero sempre più convinto che avrei fatto di questa passione il mio futuro lavoro. Così alla fine del liceo, individuato nel corso di ‘Transportation design’ allo IAAD il tipo di studi che volevo intraprendere, mi sono trasferito a Torino. Nel corso del triennio di università, all’impegno quotidiano corrispondono le prime soddisfazioni: due progetti di gruppo, uno più indirizzato verso un’ipotetica produzione (Studiotorino Coupétorino 2013, promosso da Alfredo Stola e supportato da Mercedes-Benz), l’altro più concettuale (Lamborghini Tienta 2020, il progetto finale di tesi), dei quali sono stati realizzati due modelli fisici in scala. Porterò sempre con me il ricordo di questi due progetti, primo grande motivo di crescita personale e di team, nonché fonte di tanto divertimento. Subito dopo la laurea, grazie allo IAAD le mie prime esperienze da professionista, con lo studio Forum Ricerche&Progetti di Tateo Uchida (il riferimento da anni a Torino per le Case automobilistiche Giapponesi) e con Suzuki Motor Corporation, della quale oggi sono exterior car designer, presso il Suzuki Europe Design Center in provincia di Torino.

Iniziando il corso di studi già con qualche conoscenza di disegno, ma nessuna in termine di design (inteso come vera e propria progettazione), l’esperienza allo IAAD è stata fondamentale in quanto mi ha fornito le tecniche, le conoscenze e gli strumenti professionali senza i quali non avrei potuto mai farne il mio lavoro. Mi ha dato modo di visitare alcuni tra i più importanti luoghi dove nasce il car design; mi ha insegnato a lavorare in team, ad imparare dai miei errori, a gioire delle “vittorie” personali. Importantissimo è stato il confronto creativo quotidiano con i compagni di studi, con i docenti (tutti professionisti affermati nel settore) ma non solo: indirettamente, attraverso diversi contest internazionali, ho avuto modo di competere anche col resto del panorama mondiale del transportation design. Sono stati tre intensi, irripetibili anni di duro lavoro ma di grandissimo divertimento: un’esperienza di vita della quale sono totalmente entusiasta!