Transportation design – 2014
Exterior Advance DesignerFerrari

 

Nato a l’Aquila nel 1992, sono cresciuto tra Torino e Latina dove mi sono diplomato al Liceo Scientifico nel 2010. Sin da bambino ho avuto la passione per le auto sportive, contagiato da mio padre che per lavoro portava spesso a casa prototipi di supercar che testava. Ho scoperto il mondo del design e lo IAAD per caso, ad una giornata di orientamento per le Università a Roma alla quale ho partecipato con leggerezza, essendo già sicuro che avrei frequentato il Politecnico di Torino, seguendo le orme di mio padre.

Ho iniziato lo IAAD nel 2011, non avendo mai disegnato prima d’ora il percorso di studi è stato molto duro, ma, grazie ai continui stimoli dei professori e al rapporto d’amicizia e competizione instaurato con i miei compagni sono sempre stato spronato a migliorarmi e sono cresciuto molto. E’ al terzo anno che inizio a vedere i risultati dei miei sforzi, la prima esperienza lavorativa in Camal, il progetto di tesi con Italdesign Giugiaro e soprattutto la capacità di creare e visualizzare qualsiasi concetto e forma che mi venisse in mente. Nell’aprile 2014 mentre stavo lavorando alla mia tesi, arriva una proposta che solo tre anni prima sarebbe stata impensabile per me, entrare a far parte del Ferrari Design, dove oggi lavoro come Exterior Advance Designer.

Lo IAAD è stata un’esperienza unica e fondamentale per la mia formazione, a livello professionale e personale. Questi tre anni mi hanno insegnato a non arrendermi davanti ai fallimenti che sembravano dimostrarmi di aver sbagliato percorso e che, con passione e duro lavoro si può raggiungere qualsiasi obiettivo. I docenti che ti spronano e stimolano continuamente, i compagni di corso che diventano una seconda famiglia e con cui condividi ogni momento sono ciò che rendono lo IAAD una realtà unica nel suo genere.