A cura di Andrea Bozzo, Coordinatore del Corso di Diploma Accademico in “Communication design”

 

Da sempre il tenace desiderio di raccontarsi è insito nell’uomo; le sue imprese, le conquiste ed esplorazioni sono nulla se non diventano patrimonio comune. È da questa premessa che muoverà i suoi passi il workshop, dalla consapevolezza che senza una socializzazione dei contenuti l’innovazione resta sterile avanguardia, ostile nei modi e nei mezzi. Ma come rendere linguaggio comune la ricerca dell’innovazione e i suoi risultati? Strutturare le storie degli altri workshop sarà il nostro obiettivo, ci muoveremo nei canali sotterranei di argomenti diversi, utilizzeremo medium diversi, video, immagini, parole. Ascolteremo tanto per parlare a tutti. Impareremo a raccogliere e filtrare informazioni, uniremo i fili di esperienze diverse per trasformarle in un orizzonte comune a cui insieme guardare. Proveremo a depotenziare l’ansia dell’ignoto per realizzare la passione della curiosità.

 

 

ANDREA BOZZO

Nato a Torino nel 1969, collabora con giornali, case editrici e imprese. Ha lavorato con The New York Times, Vanity Fair, Il Corriere della Sera, La Repubblica, L’Espresso, Linus. La Stampa, Il Sole 24ore, il Foglio, la Feltrinelli, Einaudi, Corraini Edizioni e Bologna Children Book Fair. Coordina il Corso di Diploma Accademico di Communication Design dello IAAD di Torino e Bologna ed è docente di Art Direction. È autore di “Mr President” con Fernando Masullo e “Storia d’Italia ai tempi del pallone” con Darwin Pastorin per i tipi di Casa Sirio editore.