MiUnica_sito-02

IAAD a Milano Unica con Cittadellarte Fashion Best
6 – 7 – 8 settembre 2016
Milano Rho Fiera

La ventitreesima edizione di Milano Unica dedica uno spazio in cui Cittadellarte Fashion Best presenta un allestimento dedicato alla moda sostenibile, ai processi produttivi sostenibili , tecnici ed etici della filiera tessile e il progetto di formazione STUDIOS.

Milano Unica 2016: un allestimento disegnato da Michelangelo Pistoletto, Terzo Paradiso per la sostenibilità tessile, delimita un’ampia area tendenze di tessuti e accessori tessili sostenibili, provenienti da decine di aziende tessili della piattaforma B.E.S.T. Il progetto Studios è il naturale proseguimento di Cittadellarte Fashion B.E.S.T. , che dal 2009 si occupa di promuovere e sviluppare ricerca e creatività negli ambiti della moda etica e sostenibile.

Le prime edizioni, realizzati nel 2009 e nel 2010 in collaborazione con Franca Sozzani, hanno avuto come ospiti designer del calibro di Mary Katranzou, Sandra Backlund, Silvio Betterelli, Mark Fast, Camo, Matthew Ames, Marco de Vincenzo, Kathrin Lugbauer e Nora Berger. Nel cuore di uno dei comparti tessili tra i più importanti di tutto il mondo, Cittadellarte B.E.S.T. Studios mette a disposizione un nuovo laboratorio di progettazione, sviluppo, produzione, distribuzione di idee e prodotti nell’ambito textiles e fashion design.

Gli short courses sono rivolti a studenti o giovani stilisti già al lavoro con le loro collezioni, provenienti da tutte le accademie e scuole di moda in Italia e all’estero che intendano portare avanti i loro progetti, usufruendo dei servizi, della struttura e del network di Cittadellarte. Un’opportunità unica di lavorare per un periodo di tempo in Italia all’interno di uno dei poli tessili più importanti al mondo. Gli short courses, suddivisi in moduli formativi declinabili in diverse soluzioni logistiche e temporali, avranno come docenti e tutor alcuni dei più influenti creativi, ricercatori, professionisti che a più livelli si occupano dell’universo design e fashion.

IAAD espone una delle creazioni dei propri studenti del corso di laurea in Textile & fashion design, un abito da cocktail realizzato da Valeria Marcolungo per la Torino Fashion Week.

Abito da cocktail - IAAD - di Valeria Marcolungo ph. Andrea Asti

Questo abito da cocktail prende vita da elementi e lavorazioni diversi. La gonna è in crêpe di lana e l’applicazione è stata creata dagli studenti dell’Ecole de Condé di Parigi con una lavorazione che scompone il tessuto e lo rende impalpabile e capace di rievocare la leggerezza della piuma. Lo stesso tessuto così lavorato è poi stato catturato e intrappolato nel bustino in resina che la designer ha plasmato con numerosi passaggi.

La gabbia, che si sovrappone alla gonna, tenta simbolicamente di racchiudere ancora una volta la leggerezza delle applicazioni già cristallizzata nel bustino e nuovamente fermata sulla gonna dai ricami.